Skip to main content

Aspettare significa fallire e non ti farà trovare lavoro nel turismo!

Quali sono i motivi per cui perdi in partenza e non troverai mai lavoro?

Se non hai nessuna intenzione di trovare lavoro puoi anche chiudere questa pagina e fare altro.

Se invece hai ancora gli occhi attaccati allo schermo ti voglio rivelare qualcosa riguardo alcuni argomenti sulla ricerca del lavoro.

Chi vorrebbe o dovrebbe cambiare lavoro si divide in due categorie.

 

La prima categoria è fatta da chi non lo cerca  

Chi non lo cerca sta seguendo la ricetta perfetta per il fallimento, quella molto semplice da seguire e di conseguenza diffusissima tra chi vorrebbe cambiare lavoro, ossia arrendersi o non provare del tutto. 

Il mondo è pieno di persone che potrebbero fare, che potrebbero essere e che potrebbero raggiungere risultati, avere posti di lavoro di prestigio, ricoprire posizioni alte e importanti. Però poi… nulla. Non hanno quello che vorrebbero, non sono soddisfatti della loro vita, della loro carriera, del loro lavoro, delle loro giornate.

Quante volte hai sentito dire: “Se non avessero promosso quella persona raccomandata, adesso io sarei…” oppure “Io ero il più bravo della classe e invece appena arrivato all’Università in questo ambiente vanno avanti solo i raccomandati!”

Anni fa, da adolescente, quando vivevo in collegio, i miei istitutori, tutti nati negli anni Sessanta circa, alla domanda: “Ma lei è laureato?” mi rispondevano: “No, ho abbandonato l’Università a due materie dalla fine” oppure “Stavo preparando la tesi e poi ho lasciato la Facoltà!”. Non uno o due di queste persone: tante, troppe! Ma io mi chiedo: “Era solo una scusa oppure davvero queste persone abbandonavano l’Università appena prima della laurea?”. Probabilmente era una scusa che raccontavano a sè stessi e poi agli altri… Avranno rimandato chissà quante volte gli esami e poi alla fine hanno trovato un posto di lavoro e hanno abbandonato l’Università! La mia è solo un’ipotesi. Per inciso per quelle persone provo una profondissima stima perchè mi sono stati vicino negli anni dell’adolescenza. Ma ritorniamo a noi…

Il mondo è pieno di progetti che non partono, idee che non si concretizzano, azioni che non nascono. Ma perchè? Proviamo a capire perchè succede e come evitare, o meglio, superare questi problemi.

Tutto nasce dall’abitudine che ha l’uomo nel rimandare. Ti capita ogni giorno, capita spesso e capita a tutti! Hai presente quando suona la sveglia e tu, in dormiveglia, sapendo che ti attende una giornata impegnativa e piena di cose da fare pensi: “Ancora 5 minuti!” e poi devi fare tutto di fretta? Ti alzi, prepari il tuo caffè, lo sorseggi e poi metti la caffettiera nel lavandino e anzichè lavarla subito pensi: “La lavo appena torno a casa”.

Se ci pensi ci sono dieci, cento, mille cose che puoi fare subito ma che però rimandi senza nessun motivo se non per pigrizia.

Finchè fai questi pensieri per piccole cose come lavare la caffettiera, questo non ti creerà particolari problemi nella tua vita.

Il problema è che come fai una cosa, fai tutte le cose. Perchè questo avviene? Semplicemente perchè la nostra mente è tendenzialmente pigra. Ti faccio un esempio: hai fame e vuoi mangiare della frutta. Che fai? Ti dirigi verso il frigorifero dove sai che c’è di solito la frutta, lo apri e la mangi. Ovviamente è così. Ma perchè vai verso il frigorifero quando vuoi della frutta? Perchè hai sempre fatto così, l’hai sempre cercata in frigo e l’hai sempre trovata lì. Per semplicità la tua mente si dirige verso il frigo. Immagina se, ogni volta che cerchi la frutta, devi cercare in ogni cassetto, in ogni anta e in ogni angolo della casa anzichè dirigerti direttamente verso il frigo! Sarebbe impossibile!

Adesso immagina di essere a casa di un amico e di vivere la stessa situazione: hai fame e vuoi della frutta. Dove la cerchi? Indovina! Esatto: in frigo! E perchè? Semplicemente perchè sei abituato a fare così e continui a fare così!

La nostra mente elabora dei meccanismi e delle strategie una volta sola e li applica automaticamente a tutte le situazioni analoghe, come quella della ricerca della frutta. Altrimenti, se dovesse elaborare una diversa strategia o una diversa azione per ogni situazione, sprecherebbe tantissima energia e questo non va bene.

Per questo come fai una cosa, fai tutte le cose! Tendenzialmente come sei abituato a rimandare le piccole cose e che incidono relativamente nella tua vita, sei anche abituato a rimandare anche quelle che impatterebbero nella tua vita in maniera più forte e duratura!

E quindi rimandi se non hai un lavoro e lo stai cercando lavoro, ti ripeti: “Con questa crisi non mi assumeranno mai!”. E quindi rimandi, dici che per il momento non vuoi cercare lavoro, ti impegni poco o niente per farlo, prima vuoi iscriverti al corso di inglese e inizi a cercarne qualcuno ma non ti convincono. E intanto il tempo passa e vai a zonzo da qui a l’. Poi ti decidi finalmente, scrivi un curriculum striminzito e per niente attraente, guardi pigramente gli annunci di lavoro e invii delle candidature quasi anonime e che passano inosservate a chi dovrebbe selezionarti. E di conseguenza non ti chiamano, e tu ovviamente pensi che c’è la crisi ed è per questo che non hai un lavoro. No? Invece non hai pensato che il fatto di cercare lavoro quasi come un passatempo e senza impegnarti è la vera ragione che non ti permette di trovarlo?

Oppure se vuoi cambiare lavoro e pensi “Con questa crisi chi me lo fa fare a cambiare azienda? E se poi rimango disoccupato?”. E quindi rimandi la ricerca di un nuovo lavoro, continui a sopportare il tuo capo che ti umilia e non ti fa crescere, il tuo collega fannullone a cui devi sempre risolvere tutti i problemi che crea, ad accettare uno stipendio che non vuoi e che non meriti, e a vivere nella frustrazione!

Si, perchè pensare questo ti porterà alla frustrazione! Quando incontrerai i tuoi amici inizierai a raccontarti le favolette: “Nessuno mi dà un lavoro, nessuno mi chiama per un colloquio, nessuno mi risponde quando mando il curriculum”.

E continui a rimandare il fatto di prendere in mano la situazione e reagire! Si, perchè rimandare è come la coperta di Linus! Ti tiene sicuro e al calduccio invece che fuori al freddo, a lottare contro le intemperie della vita. Perchè impegnarsi e fare significa rischiare di sbagliare, cadere e sbucciarsi le ginocchia, finire con il muso nella polvere, alzarsi, scrollarsi la polvere di dosso e ricominciare.

 

linus trovare lavoro

 

Ovviamente a nessuno piace sbagliare, a nessuno piace cadere nella polvere ed è dura rialzarsi. Lo capisco.

Rimandare è un gioco a cui è semplice giocare e raccontarsi delle favolette fa crescere solo la tua pigrizia e la tua sofferenza. “Oggi le aziende chiudono e licenziano i dipendenti”, “Sono fortunato ad avere un lavoro qualunque, pensa a chi non ce l’ha un lavoro”, “Meglio un uovo oggi che una gallina domani”. A cosa ti porteranno questi pensieri? Ti porteranno solo a rimanere dove sei, fermo e sofferente!

E a chi ti chiede: “Se vuoi davvero cambiare lavoro, perchè non lo fai?”. Provi a spiegare perchè non lasci il lavoro e in fondo non hai una vera risposta. Passi il tempo a raccontare storie a chi ti fa questa domanda e passi le settimane, i mesi e gli anni a spiegare, parlare, discutere mentre potresti agire, impegnarti per avere ciò che vuoi!

Continui a raccontarti queste favolette a cui, parliamoci chiaro, ormai non credi più neppure tu! Il problema è che un giorno non potrai più raccontare nessuna favoletta, perché sarà troppo tardi. E non avrai più la possibilità di dire “un giorno lo farò”! E  sarà inutile rimandare, perchè le energie che ti serviranno per andare avanti saranno ormai svanite!  Sarà veramente troppo tardi e a quel punto l’unica storia che ti serve, l’unica vera storia che racconterai nella tua vita, sarà: “Non lo faccio perché è troppo tardi”!

Ma guarda l’altro lato della medaglia: cosa significherebbe rimanere fermi? Non tentare, non crescere e non migliorarsi? La risposta la sai già ed è dentro di te, ma a volte sentirselo dire può anche fare male, ma può essere utile! Non agire significa rimanere nella tua situazione di dolore, di frustrazione, di sofferenza.

 

C’è chi agisce! 

Come fare dunque per cambiare la situazione e mirare a raggiungere il lavoro che vuoi? Sembrerà strano, ma chi passa all’azione inizia dal pensare diversamente. Niente più favolette, niente più storie e niente più rimandare! Appena suona la sveglia ci si alza, non si aspettano 5 minuti! Dopo il caffè la caffettiera si lava subito! E così via! Azione, dinamismo e velocità. Certo, inizialmente sarà difficile, ma come dice Rachele una persona a me cara:

“Una cosa è difficile finchè diventa facile” – Rachele Di Bona

E dopo un poco ti ritroverai a vivere diversamente, a trovare opportunità lì dove prima vedevi ostacoli. Vivrai in maniera più leggera perchè sai che stai facendo la cosa giusta, quello che davvero vuoi, anche se è difficile, anche se puoi cadere nella polvere.

A volte il vecchio te, quello brontolone, quello che rimanda, quello arrendevole prova e riaffiorare e senti quella vocina che ti dice: “Ma c’è la crisi! Dove vai?” oppure “Ma chi te lo fa fare a rischiare? Stai tanto bene dove sei!”. Quando succederà questo abbassa il volume di quella vocina, e alza quello dei tuoi sogni, affronta le difficoltà e le paure perchè proprio lì sta quello che vuoi: il lavoro che sogni, i colleghi che preferisci, il capo che ti aiuta e ti illumina!

Sicuramente ci vorrà del tempo, ma il tempo è lo strumento che ti aiuterà a progredire e a migliorare, è la strada che ti porta sempre più vicino al risultato che vuoi!

In conclusione, mentre chi rimanda trascorre la sua vita a spiegare agli altri ma soprattutto a sè stesso perché non cerca un nuovo lavoro, chi agisce trova opportunità intorno a sè, si impegna e raggiunge i risultati.

Ma soprattutto vince in silenzio!

Solo per informarti, sappi che ho preparato un sistema per scuotere le azioni di chi vuole raggiungere i risultati e vincere in silenzio! 

E zitto zitto raggiungerai quello che vuoi!

Questo sistema è pronto per te e ti guiderà passo passo a trovare il lavoro che cerchi.

E’ il momento di agire, il momento di cacciare via la tua voglia di rimandare le cose!

Professionista del Turismo, l’unico sistema per trovare lavoro nel turismo, ti guiderà per smettere di rimandare e trovare lavoro.

 

Acquista adesso Professionista del Turismo

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *